IO TIFO ROSSI FORUM
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

MOTO2: GP ESTORIL

Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Mer Apr 27, 2011 10:09 am

Moto2: terza tappa 2011 a Estoril con Iannone leader
Un italiano in testa al mondiale Moto2. Andrea Iannone si presenterà il prossimo fine settimana al Circuito do Estoril come leader indiscusso della “middle class”, grazie al successo maturato a Estoril e la seconda posizione all’esordio con la Suter MMXI del Speed Master Team a Losail. Quarantacinque punti importanti per la corsa all’iride, con la consapevolezza di aver raggiunto in questo momento una maturità ed uno stato di forma invidiabile per tutti e 37 i rivali presenti in griglia, agguerriti e con il coltello tra i denti per cercare una pronta rivincita a Estoril dove, lo scorso mese di febbraio, si è girato poco e male a causa della pioggia.

Sarà quasi una gara “al buio” per il plotone della Moto2, anche se Stefan Bradl sulla carta sarà uno degli antagonisti di Iannone. Vincitore da assoluto dominatore di Losail, 5° sul traguardo a Jerez, ma soprattutto vantando la vittoria al GP del Portogallo dello scorso anno pur con un differente telaio, Suter in luogo dell’attuale KALEX del Kiefer Racing. Il giovane pilota tedesco in Andalusia ha sofferto condizioni climatiche a lui non particolarmente congeniali, consentendo a Thomas Luthi (Suter Interwetten) di pareggiare i conti in campionato a quota 36, giusto a -9 dalla leadership detenuta da Iannone.

Secondo i valori fondamentali della categoria, probabilmente soltanto dalle prove libere del venerdì si avrà un prospetto indicativo sui valori in campo, con una serie di pretendenti a qualcosa di buono sul tracciato a ridosso dell’Atlantico. Simone Corsi a Jerez ha centrato il primo podio con la FTR del Ioda Racing Project, mentre Alex De Angelis per una scivolata ha cestinato un potenziale secondo posto con un passo di gara straordinario con la MotoBI del JiR. In più, sempre restando nei nostri confini, c’è un Michele Pirro in crescita con la Moriwaki del Gresini Racing, senza scordarci di Claudio Corti con la Suter-Italtrans o Alex Baldolini, che a Estoril sfiorò la vittoria lo scorso anno con la Caretta I.C.P. arrivando a pochi decimi da Bradl. Chiamati al riscatto in terra portoghese Mattia Pasini (Ioda Racing Project) e Raffaele De Rosa (G22 Racing Team) che, finora, hanno inciso poco in questo primo scorcio di campionato.

Nella (lunga) sosta dopo il GP di Spagna, diverse squadre hanno avuto modo di perfezionare le ciclistiche a disposizione ed in alcuni casi anche provare in pista. Mapfre Aspar lo ha fatto a Valencia con Julian Simon dal rendimento al di sotto le aspettative nei primi round, la MZ ha invece scelto Jerez per il battesimo del telaio 2011 a disposizione di Anthony West (con Max Neukirchner che dovrebbe proseguire con la FTR). Sono attese migliorie anche per chi ha finora deluso, a cominciare dalla coppia del Marc VDS Racing Team composta da Scott Redding e Mika Kallio (che a Estoril raggiungerà il traguardo dei 150 GP disputati nel Motomondiale), proseguendo con Aleix Espargaro con la Pons KALEX.

Non può esser una “delusione”, ma di certo Marc Marquez farà di tutto per guadagnare i primi punti mondiali dopo il brutto volo di Losail ed il tamponamento ad opera di Cluzel a Jerez, correndo a Estoril con il ricordo della strepitosa rimonta del 2010 in 125cc. A proposito di “rookies”, Bradley Smith ha portato la Tech 3 al sesto posto in classifica sfiorando il podio a Jerez, quasi un miraggio per Pol Espargaro che farà di tutto per trovare un miglior feeling con la Speed Up. Chiamato al riscatto anche Kenan Sofuoglu, protagonista all’esordio in Moto2 lo scorso anno proprio a Estoril, leader per metà gara prima di vedere la bandiera a scacchi ad un soffio dalla top-3.

Sarà un week-end difficile invece per Yuki Takahashi che piange la tragica scomparsa, a seguito di un incidente stradale nella notte tra sabato 23 e domenica 24 aprile, del 23enne fratello Koki: la peggior situazione per chiunque, a maggior ragione per chi deve correre in una classe combattuta come il mondiale Moto2.

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Gio Apr 28, 2011 11:11 am

Moto2: i nostri portabandiera attesi protagonisti a Estoril
Sui nostri portacolori al via del mondiale Moto2 possiamo contarci, anche in previsione del Gran Premio di Portogallo in programma questo fine settimana al Circuito do Estoril. Forte del successo di Jerez e del secondo posto conseguito a Losail, Andrea Iannone si presenterà come leader della classifica di campionato, motivato a raccogliere altri punti preziosi per la rincorsa all’iride con la Suter MMXI del “suo” Speed Master Team.

“La stagione è iniziata bene per tutti noi, siamo molto soddisfatti. La costanza di rendimento nel corso del campionato è molto importante e iniziare con il podio nelle prime due gare è sicuramente importanti. Non siamo ancora al 100 %, abbiamo avuto qualche problema con la moto sull’asciutto, per questo ci siamo incontrati con i tecnici Suter per migliorare il rendimento della moto anche con queste condizioni ed esser sempre più competitivi”.

A Jerez è tornato protagonista anche Simone Corsi, in grado di conquistare un terzo posto niente male, il primo per la nuova avventura Ioda Racing Project di Giampiero Sacchi. “A Jerez ho dimostrato di poter stare al top della classifica lottando per la vittoria. Il terzo gradino è stata una grande soddisfazione ma possiamo dare ancora di più. Dobbiamo lavorare e partire con il piede giusto sin dalle prove libere di venerdì, così potremo affrontare serenamente tutto il weekend. Con la squadra stiamo crescendo sempre di più: siamo migliorati molto ma non dobbiamo pensare di aver dato tutto perché la strada da percorrere è ancora tanta e il campionato è lungo. In Portogallo troverò ancora avversari molto forti a cui tenere testa, ma questo mi motiva ancora di più a dare del mio meglio“.

Sfortunato nei primi due round, Alex De Angelis da San Marino conta di sfruttare al meglio la propria MotoBi/TSR preparata dal JiR che dovrebbe presentare qualche novità per consentirgli di lottare per il podio e, se possibile, per la prima vittoria stagionale. “Finalmente dopo tre settimane di allenamento in bici e in palestra si torna in pista! Il tracciato di Estoril mi piace molto e nella scorsa stagione ho fatto una delle mie più belle gare. Nei test invernali eravamo andati molto bene: da allora la mia moto è notevolmente migliorata quindi non posso che essere fiducioso per il week end. Le prime gare hanno dato dei riscontri positivi, sento che la MotoBI ha un buon equilibrio di base, ha dei comportamenti che mi danno fiducia e la sensazione è che abbiamo ancora margine di miglioramento.

Questo è positivo perchè vuol dire che possiamo puntare in alto, ma significa anche che dobbiamo impegnarci al massimo per trarre sempre più benefici da questo potenziale, per non lasciarlo inesplorato e giocarci tutte le nostre carte. Ovvio, il campionato è ancora lungo, ma è necessario lavorare con costanza e rimanere li tra i primi. Sfrutteremo le prove per sviluppare e provare alcune innovazioni che abbiamo elaborato, in modo di cercare una maggiore aggressività dell’assetto anche a centro e in uscita curva, così da migliorare il giro secco per le qualifiche“.

Oltre al “rodato” terzetto di protagonisti, a Estoril è chiamato ad una gara da protagonista Claudio Corti che nei test invernali era stato il più veloce in assoluto. Precedenti positivi in terra portoghese anche per Alex Baldolini, oggi in Forward Racing, ma in grado con la Caretta I.C.P. di sfiorare la vittoria lo scorso anno arrivando a pochi centesimi dal vincitore Stefan Bradl. Attesi al riscatto invece Mattia Pasini (Ioda Racing Project) e Raffaele De Rosa (G22 Racing Team), dal bilancio in passivo nei primi due round 2011.

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Ven Apr 29, 2011 11:19 am

Moto2 Estoril Prove Libere 1: Yuki Takahashi in testa
Si tratta soltanto della prima sessione di prove libere, ma il miglior tempo di Yuki Takahashi a Estoril è senza dubbio ricco di significati. A pochi giorni dalla tragedia che ha colpito la sua famiglia con la scomparsa del fratello Koki (vittima di un incidente stradale nella notte tra sabato e domenica a Saitama), il pilota del team Gresini ha comandato nell’inaugurale turno di prove in 1’42″202 lasciando a soli 11 millesimi Thomas Luthi (Suter Interwetten).

Un buon inizio per il forte pilota giapponese che porta l’adesivo “Koki” sulla mentoniera del proprio casco, con Marc Marquez in terza posizione a sua volta poco staccato, pagando soltanto 53 millesimi al responso del cronometro. Promettente avvio anche per Scott Redding, quarto con il suo compagno di squadra in Marc VDS Racing Team Mika Kallio (150 GP disputati nel Motomondiale da celebrare proprio a Estoril) ritrovato nelle posizioni di testa con il sesto tempo, lasciando il nostro Michele Pirro in quinta piazza per un primo bilancio sicuramente positivo per il team Gresini anche dopo il best-time di Marco Simoncelli in MotoGP.

Con 16 piloti in meno di 1″ è facile vedere una classifica in continua evoluzione con il vincitore di Losail e di Estoril nel 2010 Stefan Bradl 8° preceduto dal positivo Bradley Smith su Tech 3, poco più staccato il leader del mondiale Andrea Iannone 9° con la Suter del Speed Master Team davanti ad Alex De Angelis (MotoBi del JiR) con Claudio Corti (Suter Italtrans) 13°, Claudio Corti (FTR Ioda Racing Project) 14°, indietro Mattia Pasini 24°, Raffaele De Rosa 26° e Alex Baldolini 28° dopo aver sfiorato il successo a Estoril lo scorso anno.

Diverse le cadute con protagonisti Kev Coghlan, Valentin Debise, la wild card Steven Odendaal (3 scivolate all’esordio a Jerez…) e Max Neukirchner, ancora con una FTR mentre Anthony West, suo compagno di squadra in MZ, debutta con la ciclistica tedesca IAMT RP2. Nel pomeriggio la seconda sessione di prove libere.

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Ven Apr 29, 2011 3:13 pm

Moto2 Estoril Prove Libere 2: pista umida, svetta Takahashi
Un doppio scroscio di pioggia per una seconda sessione di prove libere della classe Moto2 a Estoril poco indicativa, con soltanto metà dello schieramento di partenza in pista. Tra questi non è mancato Yuki Takahashi, autore proprio allo scadere del miglior tempo in 1’51″606 lasciandosi alle spalle Ricky Cardus, rimasto a lungo in testa alla classifica, caduto nel finale per un problema tecnico alla propria Moriwaki MD600 preparata dal QMMF Racing Team, squadra della federazione motociclistica qatariota.

Sfortunato Cardus, nipote d’arte e amico di lunga data di Jorge Lorenzo, soddisfatto di questo risultato Yuki Takahashi vivendo un momento difficile da superare per la morte del fratello Koki. In testa alla classifica in queste condizioni di pista “umida” ci sono così tre Moriwaki grazie al terzo tempo di un sempre più convincente Michele Pirro pur pagando 1″7 dalla vetta, ma davanti agli ex-125 Bradley Smith (Tech 3) e Marc Marquez (Suter Monlau).

Nella top-10 spuntano sorprese come Randy Krummenacher (altro esordiente con la KALEX preparata dal Kiefer Racing, ma con i colori del Grand Prix Team Switzerland), l’ex campione Stock 1000 FIM Cup Xavier Simeon (Tech 3 vestita dall’emittente TV belga RTL Sport), ma anche Raffaele De Rosa che risale fino all’ottava posizione.

Nessun giro di pista per protagonisti del calibro di Andrea Iannone, Thomas Luthi, Julian Simon e Claudio Corti, nè tantomeno per Max Neukirchner, costretto alla resa per un infortunio alla mano sinistra rimediato a seguito della scivolata nelle prove di questa mattinata. La MZ proseguirà il week-end con il solo Anthony West, in gara con la debuttante ciclistica IAMT.

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Sab Apr 30, 2011 11:08 am

Moto2 Estoril Prove Libere 3: duello tra Luthi e Sofuoglu
Pista quasi completamente asciutta per l’ultima sessione di prove libere del mondiale Moto2 a Estoril con il risultato di vedere una bella lotta per il primato. Thomas Luthi, secondo in classifica all’inseguimento di Andrea Iannone, ha spiccato nel finale il miglior tempo con la Suter preparata dall’Interwetten Racing in 1’43″168, soltanto 48 millesimi meglio rispetto a Kenan Sofuoglu, tornato protagonista sul tracciato dove, lo scorso anno, sorprese tutti all’esordio nel mondiale Moto2 fresco vincitore del secondo titolo in Supersport.

Come sempre distacchi risibili per le prime posizioni dove compare Marc Marquez, ottimo terzo, ed il nostro Michele Pirro, quarto con la Moriwaki del team Gresini e finora protagonista per tutto l’arco del week-end. L’ex campione italiano Supersport e Superstock 1000 si ritrova a poco meno di 4 decimi dalla vetta lasciandosi alle spalle Simone Corsi (Ioda Racing Project), il suo compagno di squadra Yuki Takahashi (il più veloce ieri) e Dominique Aegerter con la seconda Suter del Technomag CIP.

Diverse le scivolate nel corso della sessione con protagonisti, tra gli altri, Bradley Smith (8°), Alex De Angelis (11° dopo due soli giri percorsi), Julian Simon (14°) e Pol Espargaro non ancora a suo agio con la Speed Up Moto2 dopo vittoriosi trascorsi in 125cc.

Da segnalare nelle posizioni di testa Ratthapark Wilairot, buon 10° dopo il drammatico incidente che lo ha tenuto lontano dalla sua FTR per due mesi, costretti ad inseguire gli altri italiani con Corti 17°, Baldolini 22°, Pasini 24°, Iannone a sorpresa soltanto 26° con De Rosa 28°. Non ha girato Max Neukirchner, infortunatosi ieri nel corso del primo turno di prove libere (rientrerà a Le Mans), in compenso la MZ vede la top-10 con il 13° crono di Anthony West con la ciclistica tedesca IAMT RP2.

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Sab Apr 30, 2011 3:23 pm

Moto2 Estoril Qualifiche: tre pole su tre per Stefan Bradl
Cadute a volontà per una qualifica ad ostacoli. Tutti ad evitare una “macchia” umida all’altezza della prima curva con Stefan Bradl il più attento e… veloce: sua la terza pole consecutiva ed in carriera, questa volta sul tracciato dove vinse lo scorso anno la sua prima gara in Moto2. Passato insieme al Kiefer Racing da Suter a KALEX, il giovane pilota tedesco figlio d’arte scatterà ancora una volta davanti a tutti e, nello specifico, a Thomas Luthi (Suter Interwetten, scivolato senza conseguenze a inizio sessione) e Julian Simon (Suter Aspar) che lo affiancheranno domani in prima fila.

Aprirà la seconda invece Marc Marquez, che ha preceduto il sorprendente Dominique Aegerter (Suter Technomag CIP, caduto a fine sessione arrivando vicino al contatto con il connazionale Luthi) ed il nostro Michele Pirro, sesto e primo tra i piloti italiani in un turno particolarmente sfortunato per i nostri portabandiera coinvolto lui stesso in un contatto ravvicinato del terzo tipo con l’asfalto. Se Andrea Iannone ha incontrato il solito problema in qualifica (14° e costretto, come a Losail e Jerez, alla rimonta in gara) e Alex Baldolini ha centrato un buon 12° tempo con la Suter del Forward Racing (concluse secondo lo scorso anno sfiorando la vittoria), c’è Simone Corsi soltanto 17° davanti a Raffaele De Rosa 18° e a Mattia Pasini in difficoltà.

A terra invece nei minuti iniziali della sessione Alex De Angelis (28°) e Claudio Corti (30°), imitati da una lista infinita di vere e proprie “vittime” delle insidie di Estoril: lo stesso Thomas Luthi, Pol Espargaro, Yonny Hernandez, Ricky Cardus, Ratthapark Wilairot, Tito Rabat, Kenan Sofuoglu, Dominique Aegerter, Anthony West (“piegando” la nuova IAMT RP2 schierata dalla MZ) ed il già citato Michele Pirro.

Insomma, 1/3 dello schieramento di partenza a terra con la maggior parte dei protagonisti costretti domani ad una rimonta con la certificata incognita delle mutevoli condizioni climatiche.

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Dom Mag 01, 2011 9:27 am

Moto2 Estoril Warm Up: pista che si asciuga, Smith al top
Splende il sole al Circuito di Estoril, ma la pista risulta bagnata per il Warm Up della classe Moto2 con i piloti molto attenti a non commetter errori e qualche “specialista” della pioggia nelle posizioni di testa. Tra questi figura Bradley Smith, autore del miglior tempo in 1’53″622 con la Tech 3, lasciandosi alle spalle per 150 millesimi Anthony West, in gara questo fine settimana con la tedesca IAMT RP2 schierata dalla MZ.

Seguono in classifica Scott Redding (Suter Marc VDS), Andrea Iannone che ben figura sul bagnato (anche se sarà costretto all’ennesima rimonta partendo dalla 14° posizione in griglia), Marc Marquez 5° davanti a Thomas Luthi, Xavier Simeon ed il terzetto italiano composto da Michele Pirro, Simone Corsi e Raffaele De Rosa ai margini della top-ten.

Il poleman Stefan Bradl non va oltre la 12° posizione pagando 1″6 dalla vetta, poco meglio rispetto al sammarinese Alex De Angelis 17° davanti ad Alex Baldolini con Mattia Pasini 26° e Claudio Corti 27°. Unica scivolata della sessione con protagonista il sudafricano vice-campione Supersport 2010 in madrepatria Steven Odendaal, wild card per il secondo evento consecutivo con la Suter iscritta dal MS Racing.

La gara, in programma alle 12:15 italiane, come risaputo non vedrà al via Max Neukirchner (caduto nella prima sessione di prove libere), ma anche Kev Coghlan, scivolato ieri fratturandosi la mano destra: rientrerà a Le Mans.

Moto2 World Championship 2011
Estoril, Classifica Warm Up

01- Bradley Smith – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – 1’53.622
02- Anthony West – MZ Racing Team – IAMT RP2 – + 0.150
03- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMXI – + 0.393
04- Andrea Iannone – Speed Master Team – Suter MMXI – + 0.418
05- Marc Marquez – Team Catalunya Caixa Repsol – Suter MMXI – + 0.448
06- Julian Simon – Mapfre Aspar Team – Suter MMXI – + 0.671
07- Thomas Luthi – Interwetten Paddock Moto2 – Suter MMXI – + 0.823
08- Xavier Simeon – RTL Sport Team – Tech 3 Mistral 610 – + 0.896
09- Michele Pirro – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 1.183
10- Simone Corsi – Ioda Racing Project – FTR Moto M211 – + 1.363
11- Raffaele De Rosa – Desguaces La Torre G22 – Moriwaki MD600 – + 1.440
12- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – KALEX Moto2 – + 1.644
13- Ratthapark Wilairot – Thai Honda Singha SAG – FTR Moto M211 – + 1.659
14- Ricard Cardus – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 1.754
15- Kenan Sofuoglu – Technomag CIP – Suter MMXI – + 1.838
16- Yonny Hernandez – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 1.889
17- Alex De Angelis – JiR Moto2 – MotoBI – + 1.964
18- Alex Baldolini – NGM Forward Racing – Suter MMXI – + 2.104
19- Randy Krummenacher – GP Team Switzerland – KALEX Moto2 – + 2.196
20- Jules Cluzel – NGM Forward Racing – Suter MMXI – + 2.248
21- Mike Di Meglio – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 2.278
22- Yuki Takahashi – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 2.341
23- Pol Espargaro – HP Tuenti Speed Up – Speed Up S-11 – + 2.430
24- Tito Rabat – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 2.458
25- Aleix Espargaro – Pons HP 40 – KALEX Moto2 – + 2.563
26- Mattia Pasini – Ioda Racing Project – FTR Moto M211 – + 2.977
27- Claudio Corti – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 3.197
28- Javier Fores – Mapfre Aspar Team – Suter MMXI – + 3.367
29- Robertino Pietri – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 3.398
30- Santiago Hernandez – SAG Team – FTR Moto M211 – + 3.419
31- Axel Pons – Pons HP 40 – KALEX Moto2 – + 3.459
32- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – Suter MMXI – + 3.655
33- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMXI – + 4.716
34- Mashel Al Naimi – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 4.791
35- Kenny Noyes – Avintia STX – FTR Moto M211 – + 4.949
36- Valentin Debise – Speed Up – Speed Up S-11 – + 6.054

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da *silvietta 46* il Dom Mag 01, 2011 1:05 pm

Moto2 Estoril Gara: sbaglia Iannone, Bradl vince ancora
Tutto sembrava portare alla seconda vittoria stagionale e consecutiva di Andrea Iannone, protagonista dell’ennesima, eccezionale rimonta dalla 14° posizione in griglia con la sua Suter. Acquisito il comando delle operazioni al 22° delle 26 tornate previste, il pilota abruzzese ha commesso un piccolo errore all’ingresso del tornantino in salita “Gancho” con il risultato di perdere l’anteriore, vittoria e, soprattutto, 25 punti fondamentali per la corsa al titolo. In una gara ad eliminazione Stefan Bradl è stato uno dei pochi a non commetter errori, restando sempre in testa fino al sorpasso subito da Andrea Iannone, amministrando con estrema lucidità le fasi conclusive cogliendo la seconda vittoria stagionale dopo Losail, la terza in Moto2 contando il successo conseguito proprio a Estoril nel 2010 seppur con una Suter e non con la KALEX oggi a disposizione.

Per Bradl è una vittoria che vale la testa della classifica con 13 punti di vantaggio su Andrea Iannone (ripartito ha concluso 13°), favorito anche dall’uscita di scena nei primi giri di diversi attesi protagonisti: da Thomas Luthi (era in testa) a Kenan Sofuoglu (4° in quel momento) passando per Marc Marquez che, questa volta sì, ha sbagliato centrando in pieno l’incolpevole Scott Redding quasi a replicare l’incidente tra Pedrosa e Hayden della MotoGP 2006.

Senza questa lunga schiera di candidati alla vittoria si è riproposto nelle posizioni che contano Julian Simon, ottimo secondo con la Suter del team Aspar, con Yuki Takahashi terzo e commosso per un podio emozionante e ricco di significati, conseguito a 7 giorni dalla tragica scomparsa del fratello Koki in un incidente stradale a Saitama (tra poche ore il pilota Gresini volerà verso il Giappone per prender parte martedì ai funerali).

Nelle posizioni di vertice si nota anche Simone Corsi, che ha perso la volata con Dominque Aegerter (Suter Technomag CIP) per la quarta posizione, ma adesso si ritrova terzo nel mondiale con l’esordiente Ioda Racing Project. Alle spalle del pilota romano, seppur staccatissimo, si fa notare Pol Espargaro alla prima dignitosa prestazione in Moto2 con la Speed Up, a precedere un altro rookie come Randy Krummenacher (KALEX del Grand Prix Team Switzerland preparata dal Kiefer Racing) ed il nostro Alex Baldolini buon 8°. Dopo il botto del sabato ha concluso 11° Claudio Corti davanti ad Alex De Angelis protagonista di una buona rimonta, mentre Raffaele De Rosa e Mattia Pasini hanno mancato la zona punti per un bilancio, anche a causa della sfortunata scivolata di Andrea Iannone, in passivo per i nostri portabandiera.

Cronaca di Gara

Pista asciutta, anche se restano dei punti che possono trarre in errore i piloti. Allo spegnimento del semaforo ottimo spunto di Stefan Bradl che conserva la pole davanti a Thomas Luthi, si porta in terza posizione Takahashi davanti ad Aegerter, Sofuoglu, Pirro, Simon, marquez, Redding, via via tutti gli altri con Corsi 12° e Iannone che ha perso due posizioni, 16°. Si arriva alla “Parabolica Interior” e, purtroppo, perde l’anteriore Michele Pirro, vola a terra ed è il primo pilota ad abbandonare la corsa quando va a concludersi il primo giro senza particolari stravolgimenti, se non il sorpasso di Takahashi ai danni di Luthi per la seconda posizione.

Come lo scorso anno Kenan Sofuoglu si trova a proprio agio a Estoril, passa 4° e si lancia all’inseguimento del terzetto di testa dove si fa notare Thomas Luthi che, in due giri, conquista il comando con un perfezionistico attacco ai danni di Stefan Bradl alla staccata in fondo al rettilineo dei box. L’ex Campione del Mondo della classe 125cc è decisamente veloce, viaggia sull’1’43″176, prova anche a scappar via con il risultato di perdere l’anteriore alla “Parabolica Ayrton Senna”, infinito curvone che immette sul rettilineo principale. Grande delusione per il portacolori Suter Interwetten, rientra amareggiato ai box consegnando a Stefan Bradl leadership di gara e, probabilmente, campionato, considerate le difficoltà per Andrea Iannone di risalire dalla 14° piazza pur mostrando un ottimo passo che lo evidenzia tra i piloti più veloci in pista.

Nel frattempo alle spalle di Stefan Bradl c’è qualche movimento importante: Yuki Takahashi perde terreno e si vede sfilare prima da Kenan Sofuoglu, successivamente anche da Julian Simon con Aegerter, Cluzel, Redding e Marquez poco staccati. All’inseguimento di questo gruppetto si nota la Suter #29 di Iannone, sei decimi più veloce di Bradl al 6° giro, in completa rimonta favorito anche dal primo colpo di scena nel corso dell’ottavo passaggio: alla “Parabolica Interior” Marquez sbaglia la staccata, arriva lunghissimo centrando l’incolpevole Redding, quasi a replicare il crash del 2006 in MotoGP tra il suo idolo Dani Pedrosa e Nicky Hayden. Per il Campione del Mondo 125cc in carica tre gare, zero punti: mondiale già bello che andato?

Si riaprono invece tutti gli scenari per la vittoria, con Stefan Bradl che vanta un minimo margine di 6 decimi su Kenan Sofuoglu, 1″5 sulla coppia Simon-Takahashi in bagarre, ma a 3″ c’è Andrea Iannone che ha passato Jules Cluzel ed è, nettamente, il pilota più veloce in pista. In difficoltà invece Sofuoglu, che si vede sfilare da Simon e Takahashi perdendo contatto con il leader Bradl: come nel 2010 crisi di pneumatici nella seconda parte di gara?

Ipotesi realistica, l’esatto opposto per Andrea Iannone in perfetto controllo della propria Suter al contrario di Jules Cluzel, caduto nel tentativo di tenere il suo passo per avvicinare la zona-podio. Finestra sugli altri piloti italiani: Simone Corsi è 8°, Alex Baldolini 11°, Claudio Corti 16°, poco più staccati De Rosa, De Angelis e Pasini in bagarre compresi in un folto gruppo per la zona punti. Altre ambizioni per Iannone nettamente il più veloce in pista pur rischiando il contatto con Takahashi in fondo al rettilineo dei box: riesce a formalizzare il sorpasso, ora è terzo a poco più di 1″ dal leader Bradl con Simon già nel mirino.

A 9 giri dalla bandiera a scacchi Kenan Sofuoglu sbaglia al tornatino in salita “Gancho”, definitivamente escluso nella lotta al vertice dove adesso Bradl, Simon e Iannone sono praticamente appaiati. Tempo due giri e l’abruzzese concretizza il sorpasso su Simon in fondo al lungo rettilineo dai box. Cosa manca? L’attacco a Stefan Bradl, riuscito a 5 giri dal termine questa volta alla “Orelha”: rimonta completata in 22 tornate dalla 14° posizione in griglia. Tutto sembra portare al secondo successo stagionale di Andrea Iannone, ma il portacolori del Speed Master Team commette un piccolo errore al tornantino “Gancho”, fatale per le ambizioni di primato: arriva lungo di pochi centimetri, perde l’anteriore e si ritrova a terra. Con la sua Suter MMXI riparte dall’undicesima posizione, consentendo a Bradl e Simon di giocarsi la vittoria.

Giunti all’epilogo con Al Naimi, Simeon, Kallio, Wilairot, Debise e West caduti senza conseguenze in distinte occasioni, Stefan Bradl amministra i pochi decimi di vantaggio su Julian Simon e conquista la seconda vittoria stagionale. Sul podio Yuki Takahashi, seguono in classifica Aegerter, Simone Corsi, un ottimo Pol Espargaro, Randy Krummenacher con Alex Baldolini 8°, Claudio Corti 11°, Alex De Angelis 12° con Andrea Iannone 13°. Fuori dai punti Raffaele De Rosa, 16°, medesimo discorso per Mattia Pasini 20° davanti a Marquez, Pirro e Redding ripartiti dopo le cadute di inizio gara.

Moto2 World Championship 2011
Estoril, Classifica Gara

01- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – 26 giri in 44’40.765
02- Julian Simon – Mapfre Aspar Team – Suter MMXI – + 0.147
03- Yuki Takahashi – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 6.188
04- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMXI – + 16.822
05- Simone Corsi – Ioda Racing Project – FTR Moto M211 – + 17.076
06- Pol Espargaro – HP Tuenti Speed Up – Speed Up S-11 – + 25.956
07- Randy Krummenacher – GP Team Switzerland – KALEX Moto2 – + 26.102
08- Alex Baldolini – NGM Forward Racing – Suter MMXI – + 26.333
09- Mike Di Meglio – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 26.636
10- Tito Rabat – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 29.077
11- Claudio Corti – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 39.637
12- Alex De Angelis – JiR Moto2 – MotoBI – + 39.913
13- Andrea Iannone – Speed Master Team – Suter MMXI – + 42.466
14- Ricard Cardus – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 47.382
15- Axel Pons – Pons HP 40 – KALEX Moto2 – + 47.406
16- Raffaele De Rosa – Desguaces La Torre G22 – Moriwaki MD600 – + 48.025
17- Kenny Noyes – Avintia STX – FTR Moto M211 – + 52.538
18- Yonny Hernandez – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 53.478
19- Javier Fores – Mapfre Aspar Team – Suter MMXI – + 53.938
20- Mattia Pasini – Ioda Racing Project – FTR Moto M211 – + 56.089
21- Marc Marquez – Team Catalunya Caixa Repsol – Suter MMXI – + 1’04.697
22- Michele Pirro – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 1’04.890
23- Robertino Pietri – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 1’17.101
24- Santiago Hernandez – SAG Team – FTR Moto M211 – + 1’18.110
25- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMXI – + 1’26.190
26- Xavier Simeon – RTL Sport Team – Tech 3 Mistral 610 – + 1’27.600
27- Anthony West – MZ Racing Team – IAMT RP2 – + 1’36.540
28- Mashel Al Naimi – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – a 1 giro
29- Bradley Smith – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – a 2 giri

fonte: www.bikeracing.it

_________________
MOTO2: GP ESTORIL Firmaok
*silvietta 46*
*silvietta 46*
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 1929
Età : 31
Data d'iscrizione : 16.07.08

Torna in alto Andare in basso

MOTO2: GP ESTORIL Empty Re: MOTO2: GP ESTORIL

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum